Blog

“Hotel al miglior prezzo?” Meglio contattare direttamente la struttura!

lunedì, 24 luglio 2017

grazie all’abolizione della “Priority Rate” risparmieremo sulla prenotazione degli hotel.

In questi anni la rivoluzione del web 2.0 ha influenzato tantissimo il settore del turismo. 

Mentre prima era quasi obbligatorio rivolgersi ad un’agenzia di viaggio, adesso la maggior parte dei viaggiatori utilizza i potenti strumenti messi a disposizione sul web per organizzare da soli i propri viaggi.

L’iter seguito è di solito sempre lo stesso:     

  • la scelta della destinazione,

  • la selezione del mezzo di trasporto più consono alle proprie esigenze e al budget  

  • la ricerca dell’alloggio

Dal rapporto di Phocuswright Channel Surfing: Where Consumers Shop for TravelOnline è emerso che oltre il 61% dei viaggiatori prenota l’alloggio sulle Online Travel Agency (OTA) come Expedia, Booking e TripAdvisor, perchè hanno la sensazione di aver trovato un buon affare, per via della facilità di utilizzo e comparazione nonchè ad una invidiabile operazione di marketing da parte delle stesse OTA!

Sebbene questi portali siano degli ottimi strumenti per il viaggiatore in cerca dell’affare, non sempre sono vantaggiosi per gli stessi albergatori.
Infatti, una clausola all’interno del contratto fra i siti di booking e gli hotel prevede che per ogni prenotazione avvenuta tramite le OTA, l’hotel dovrà corrispondere una provvigione che può arrivare anche al 20% del prezzo di vendita, e inoltre vieta all’albergatore di praticare prezzi più bassi.

Per rimanere competitivi, alcuni albergatori offrono allo stesso prezzo delle OTA servizi aggiuntivi, in modo da rendere l’offerta più invitante per il consumatore e ottenere più prenotazioni dirette. 

Ma è in arrivo un’opportunità per gli albergatori grazie alla “norma Booking” (in fase di approvazione), che prevede l’abolizione della “Priority Rate”, rendendo nulla ogni clausola in cui viene vietato di praticare prezzi più bassi rispetto a quelli delle OTA.

E’ una buona notizia anche per i clienti, in quanto senza questi limiti contrattuali, potranno ottenere prezzi più bassi di quelli proposti sui vari portali di booking!

Si prevede, dunque, una inversione di tendenza per quanto riguarda il booking on-line, con un aumento delle prenotazioni richieste direttamente alla struttura alberghiera.

Ecco i cinque consigli di Sferica agli albergatori per cogliere l’occasione e diventare protagonisti del cambiamento e non rimanere meri spettatori:    

  1. Migliorare l’esperienza di navigazione sul vostro sito, un’interfaccia semplice con elementi ben visibili, è il primo importante passo.

  2. L’utilizzo di espedienti grafici per enfatizzare le offerte.

  3. Ottimizzare il vostro sito internet per aumentarne la visibilità sui motori di ricerca.

  4. Promuovere campagne di marketing sui principali Social Network.

  5. Semplificare i metodi di prenotazione utilizzando un apposito sistema integrato all’interno del vostro sito.