Blog

Ecommerce: il commercio del futuro

martedì, 04 Febbraio 2020

Gli acquisti online sono ormai abitudine e consumo d’acquisto della nostra società. Complici i ritmi di vita frenetici ma anche il posto che il web occupa nella vita di ogni persona.

Quando nascono gli e commerce, qual è la loro storia e come si sono evoluti fino ad arrivare ad oggi?

Quali sono i tratti che li caratterizzano? Quali professionisti scegliere per aprirne uno? A queste e ad altre domande rispondiamo in questo articolo.

Web Marketing per e-Commerce

Ecommerce: la nascita di un nuovo modo di acquistare

Il primo vero ecommerce nacque nel 1979 ad opera dell’imprenditore ed inventore inglese Michael Aldrich il quale, stanco di recarsi in negozio per fare la spesa provò a collegare un apparecchio televisivo ad un computer provvisto di linea telefonica.
Il termine che egli coniò per tale invenzione fu “teleshopping” ovvero shopping a distanza.

Nel 1982, poi, venne creata ARPAnet, grazie alla quale si ottenne la connessione internet di stampo moderno, basata sul Transmission Control Protocol e sull’Internet Protocol (TCP/IP) che tutt’oggi sono le basi del moderno Internet. 

Infine, sempre dal punto di vista tecnico, nel 1990 Tim-Berners Lee ideò il progetto del sistema web basato sui sistemi che oggi costituiscono ancora i perni di internet: URL, HTML, http, ecc.

Tutti questi passaggi sono stati fondamentali per la nascita dell’ecommerce, perché quest’ultimo è stato possibile grazie alla creazione dei sistemi browser, unito poi ai sistemi di pagamento digitale e ai sistemi di commercio aziendali online.

Come dicevamo prima, una delle parti fondamentali per la nascita degli ecommerce è stata l’ideazione dei sistemi di pagamento online.

Negli anni Novanta Internet cominciava ad essere alla portata di molti e iniziarono a svilupparsi meccanismi di acquisto digitale. Tuttavia, la preoccupazione più grande riguardava la sicurezza dei dati immessi nei sistemi del web.

Cominciarono quindi a nascere sistemi sicuri che, grazie alla crittografia SSL, permettevano di stare tranquilli durante la navigazione sul web. I primi sistemi di pagamento digitale furono CyberCash e First Virtual.

Nel 1995, infine, avvenne la nascita di un altro sistema fondamentale chiamato Verisign: esso offriva sistemi di certificazione per verificare l’identità dei negozi online.

Ecommerce: le prime vere forme di commercio online

Nel 1995, a Seattle, Jeff Bezos spedì il primo libro venduto su Amazon. Quest’ultimo, a solo un mese dalla sua nascita, venne definito “la più grande libreria del mondo”.

Amazon può essere considerato come il più grande esempio di ecommerce di successo in un momento storico nel quale gli ecommerce si affacciavano sul mercato ma non avevano ancora conquistato il ruolo di protagonisti sulla scena a cui siamo invece abituati oggi.

L’intuizione efficace di Bezos fu quella di comprendere quale fosse il bisogno del cliente, in quegli anni di forte cambiamento negli stili di vita.

Per questo ideò un sistema ottimale che rendeva facile l’utilizzo anche ai meno esperti di Internet:

  • parole chiave per ricercare facilmente i prodotti;
  • sistemi di pagamento sicuri;
  • sistemi di consegna rapidi;
  • sistema di recensioni che permetteva (e permette tutt’oggi) agli utenti di farsi un’idea del prodotto tramite l’opinione di acquirenti uguali a loro.

Amazon era nato come libreria ma ben presto cominciò ad aggiungere alla sua rete di vendita settori come abbigliamento, elettronica, giocattoli, intrattenimento e molto altro, aprendo le porte a tutti i successivi ecommerce del web.

Web Marketing per e-Commerce

Ma c’è un altro signore che con la sua creazione ha rivoluzionato il mondo degli ecommerce: Pierre Omidyar. Sempre nel 1995, il giovane informatico ideò, infatti, un sito chiamato AuctionWeb basato sulle aste online. Fu il primo passo che diede poi origine ad Ebay, altro modello fondamentale per gli ecommerce del web.

In Italia il primo acquisto online avvenne il 3 giugno 1998 su IBS.it. Il sito, online da appena mezz’ora, ricevette il primo ordine direttamente dalla California.

Ecommerce: il boom degli anni 2000

All’inizio degli anni 2000 Internet con la sua alta velocità, e con la diffusione della linea ADSL, entra sempre più nello stile di vita delle persone e il bisogno di tutti è quello di avere ogni cosa a portata di mano, ovvero in maniera mobile.

Pian piano i negozi cominciano a immettere i propri prodotti sul web per offrire una nuova esperienza d’acquisto ma anche per raggiungere fette di mercato che altrimenti, con i semplici negozi fisici, non avrebbero raggiunto.

Il termine ecommerce comincia a diffondersi a macchia d’olio e si forma un nuovo mercato commerciale che non accenna ad arrestarsi. Con la nascita poi di tablet, smartphone e social network l’idea di acquisto è diventata sempre più connessa al mondo del web e sempre più mobile.

Ecommerce: le caratteristiche

L’acquisto di un prodotto è solo una parte di tutto il processo che riguarda il commercio elettronico.

A questo si aggiungono infatti tutte le fasi che precedono, accompagnano e seguono la transazione online. Un ecommerce è composto da innumerevoli parti che sono fondamentali per permettere ai clienti un’esperienza di acquisto che non abbia nulla in meno rispetto ai negozi standard, ovvero quelli fisici.

Vediamone alcuni:

  • catalogo online: serve per permettere agli acquirenti di scegliere e conoscere tutti i prodotti disponibili;
  • recensioni: il sistema dei feedback oggi viene ritenuto dai clienti fondamentale. Se gli addetti di un negozio possono non essere neutrali nei giudizi dei prodotti che vendono, altri clienti sono invece ritenuti più affidabili nel giudicare i prodotti stessi;
  • sistema di pagamento: una delle paure più grandi dei clienti è quella relativa proprio al pagamento online. Si teme soprattutto per la sicurezza dei propri dati bancari. Per questo è importante che il negozio online assicuri un’esperienza di pagamento sicura e affidabile;
  • imballaggio, spedizione, consegna: sono tutti parti importanti del processo post-vendita. Quello che il cliente richiede è un imballaggio ben fatto, che non pregiudichi l’interezza dei prodotti, una spedizione veloce ed una consegna che rispetti i tempi previsti.

Dal punto di vista tecnico ci sono ulteriori aspetti che non vanno trascurati e che, benché non vengano visti e percepiti dal cliente, sono il classico lavoro “dietro le quinte” che rappresenta la parte fondamentale per la buona riuscita di un’attività commerciale online.

In modo specifico ci riferiamo ai software scelti e alla creazione del sito ecommerce vero e proprio: affidarsi ai professionisti giusti, meglio se ad una web agency, è la prima vera carta vincente per il vostro negozio.

Ecommerce: i vantaggi

In conclusione vediamo i vantaggi degli ecommerce:

  • annullamento delle distanze spaziali;
  • abbattimento dei costi di transazione;
  • minori costi aziendali;
  • tempistiche d’acquisto ottimizzate;
  • vendita 24h su 24h;
  • pubblicità e visualizzazioni ampie;
  • contatto con i clienti informale.

Ecommerce: affidati a noi

Vuoi aprire un ecommerce e non sai a chi rivolgerti? Cerchi ulteriori informazioni sulle modalità del commercio online? Vuoi approdare anche tu nel mondo degli ecommerce ma non sai da dove cominciare?  

Per muovere i primi passi verso il tuo negozio di successo a Palermo c’è Sferica srl che potrà aiutarti e supportarti nei tuoi progetti, garantendoti la massima professionalità.

La nostra web agency, infatti, tra le proprie attività si occupa di progettazione e creazione di ecommerce e siti web, consulenza e assistenza degli stessi e restyling.

Non esitare a contattarci!

Leggi anche: